Brutture linguistiche

Devo tornare, mio malgrado, sulla questione dell’orribile utilizzo che si fa in rete (e non solo) della nostra bella lingua italiana. Lo faccio con un elenco di oscenità (nessuna di esse, purtroppo, è inventata o forzata) trovate su siti internet e social di vario genere; non ho certo l’intenzione di redimere qualcuno (non ne ho l’autorevolezza), ma a starmene zitto proprio non riesco.
A ogni voce ho voluto aggiungere un commento, con la (vana) speranza di alleviare la tristezza che monta riga dopo riga…
N.B: il mio consiglio è di tornare ogni tanto su questa pagina, perché il numero di castronerie non potrà che aumentare con il passare del tempo…

E chi lo sà! Tu certo non lo sai (coniugare)…
Gira appalla Gira acché???
Non centra (che cosa, il bersaglio?)
Il riscaldamento e spento. E solo ieri sera l’ho accesso per un ora (Tre errori!!)
Nel 1999 uscì con una ragazza… Forse si dice “uscii”?
Geligidio Cos’è, un rafforzativo di “gelicidio”?
30 mila € di vitalizzi Fino a che l’ignoranza regnerà tra i cittadini, i nostri governanti potranno dormire sonni tranquilli…
Sò che purtroppo c’è ne saranno altri Al limite della comprensibilità :-(
Immaggini (ripetuto 2 volte) Meno male che non ha usato il termine “foto” a suo modo :-))
Avvantagiato Nulla di speciale: l’errato utilizzo delle doppie nei derivati dai verbi è un classico.
Dissippato Ecco, appunto!
Instabilizzazzione Riproposto nello stesso articolo di meteorologia in tempi diversi: ma usare un correttore ortografico è così difficile?
Percui Confido nell’errore di battitura…
D’ove Qui invece l’apostrofo è proprio andato a cercarselo!
Di granlunga OK, anche in questo caso si può sperare nell’errore di battitura…
Nel’caso Ma in questo caso NO!
Commuovente Eh, proprio!
Il temporale sembra non voler darci trequa (con la “q”!!!)
Ammeno che La doppia “m” non lascia dubbi sull’intenzionalità.
Non’ostante Serve commentare?
Celo (Cielo)
La l’ira In questo caso si parlava di valute… !
Questi ladri si son fatti le leggi a suo piacimento Tu invece ti fai le regole a piacimento!
Il qualunquismo da’ 4 soldi Quando ci va l’accento non lo mettono, quando non ci va lo mettono!
La ruota d’avanti Ripetuto varie volte in un forum ciclistico.
Non sa da fare Che cosa, la correzione?
Ogn’uno Questa è da primato.
L’eggendo Voce del verbo l’eggere???
Se n’ho Impossibile che chi l’ha scritto abbia solo sbagliato a digitare!
A doc Magari volevi dire “ad hoc”?
Ha 33 anni si puo ?? Copia-incolla da un forum, tre errori in cinque parole: preposizione “a” con l’acca, “puo” senza accento e lo spazio prima del punto di domanda (sorvoliamo sul fatto che i punti di domanda dovrebbero essere uno o tre)!
Speriamo rimanghi Speriamo di no…
Non dov’essero esserci Come usare male l’apostrofo, parte 1.
All’ontanandosi Come usare male l’apostrofo, parte 2..
All’ 20 per cento di pendenza Come usare male l’apostrofo, parte 3!
Ha chi troppa e ha chi poca E ha te niente?
E’ una salita sorgnona. Pur scritto in modo corretto, non immagino una salita “sorniona”!
By by E’ chiaro che l’autore della bruttura non conosce bene il classico “bye bye” inglese.
Clikka quì Due errori in due parole: un classico.
Ho cinquant’uno anni E io che te ne davo cinquant’adue!
La bellezza della natura in torno Torni? Da dove?
Ti faccio un’imbocca al lupo EH?
Sinceramente a me non dispiace a fatto No comment.
dinuovo Scritto due volte in tre righe, non è un errore di battitura.
Dov’e sono? scritto in un sito web di un quotidiano a tiratura nazionale :-(
All’agghiaccio Beh, almeno rende l’idea…
Non lò capito… Invece di “non l’ho capito”: da suicidio.
Per tando Invece di “pertanto”… :-))))
Frinquello Spero non l’abbia scritto un esperto ornitologo!
Mi fanno male sia le gambe che le braccie E la testa, no?
C’erte volte AAAAAHHHHHH!!!!!
Ai voglia ad aspettare Questa commentatela voi…
Diffronte E diddietro non ce lo mettiamo?
Ci sono ragazzi che fanno l’aola L’ao… CHE??? La “OLA”, magari…
C’è stato un pri-proquo Magari si dice “qui pro quo” ;-)
Non n’è posso più!!! Nemmeno io ;-(((
Denunciato per calugna Non c’è da preoccuparsi allora: che reato è la calugna?
Faranno la fine dei gallinaggi di Renzo Erroraccio a parte, erano capponi…
Una ghimera Invece di “chimera”!
Una strada in terra abbattuta Oh, mamma!
Stare impiedi tutta la notte Non immagino come si possa scrivere “seduti”…
4 miglioni di abitanti Fa anche rima con una brutta parola!
In qualche modo ce l’ha farà pagare Ma quanti verbi ci sono?
beato te’,qui’ appena 12°c Cinque errori in cinque parole! :-( L’iniziale della frase minuscola, il pronome accentato, l’avverbio di luogo accentato, l’uso errato degli spazi tra la virgola e il simbolo dei gradi Celsius minuscolo! Semplicemente allucinante!
Tratto da un forum di informatica: Salve a tutti, scusate la domanda ovvia … ma sono un neofito !!! Non solo di informatica, si direbbe!
Un bell’issimo uso Sicuramente non della lingua italiana.
Pedalo da circa un anno emmezzo Pedala meno e studia di più!
“Dal tronde”, mostruosa deformazione dell’allocuzione avverbiale “d’altronde”. Cosa sia il “tronde” non lo so…
“O detto che ci sono due possibilità: ho piove, ho nevica”. Poche idee e ben confuse!
“Non c’è n’è” in tutte le più strambe varianti… “non cè nè”, “non ce ne”…
“Eccezzionale” (veramente, aggiungerei io!)
“Roccie”, “goccie”, “freccie”, “faccie”… e chi più ne ha più ne metta!
Un classico: “metereologia”!
Da paura: “cospiquamente”!
Da suidicio: “innoquo” ed “evaquare”!
A chi studia per diventare “ingeniere” consiglierei di lasciar subito perdere!
Sui forum di meteorologia molti segnalano un “accumolo” di tot cm di neve o pioggia!?!
Chi digita: “stò guardando”, “stò scrivendo”, “stò facendo” farebbe bene ad aprire un vocabolario!
Altra comunissima bestialità: “accellerare”, con due “elle”!
Con che coraggio si può proporre una “correzzione”?!?
Questo è comunissimo anche presso siti “accreditati”: egli fù (passato remoto)
Altri accenti di troppo su forme verbali: “stà”, “fà” e su avverbi: “quì”, “quà”
Da una chat whatsapp: “Ha… o capito”. Una “h” nel posto sbagliato e una omessa, il tutto in tre parole!!!
Messaggio inserito in un social da una ragazzina: a me mi è arrivato iPhone 6s gratis lo fatto e vero che mi arriva ???? A parte il fatto che non è chiaro ciò che la persona vuole dire (lo smartphone è arrivato o no?), nella frase ci sono ben 6 (sei) errori: a me mi, manca l’articolo a “iPhone”, “lo fatto” che va ovviamente scritto “l’ho fatto”, “e vero” al posto di “è vero”, lo spazio prima dei punti di domanda e il numero di questi ultimi, che possono essere uno o tre!
Da un noto quotidiano locale: “Gli spostamenti finesettimanali…”. Neologismo dettato, temo, più che altro dall’ignoranza!
Sempre dallo stesso quotidiano, fonte continua di esilaranti e imbarazzanti castronerie: dal inizio e nello stesso articolo quel oggetto. Infine un classico: sè stesso. Poi ecco spuntare un dei anni 80 ed un terrorizzante una rapida ed efficacie risposta.
Venghino, singori, venghino, ce n’è per tutti i gusti! :-(

 

CONTINUA (purtroppo…)

Potrebbero interessarti anche...

4 risposte

  1. Giuliana ha detto:

    La tua pagina è divertentissima. Se vuoi incrementarla, fammi un trillo e ti darò il mio contributo. Attenzione a punti di domanda e punti esclamativi: sono sempre in numero di uno, o tre, mai di due. Come i puntini di sospensione; i quali, se precedono il testo, vogliono uno spazio vuoto; se lo seguono, vanno attaccati al testo, così come tutti gli altri segni di punteggiatura. Dopo i tre puntini di sospensione, lettera maiuscola

  2. Giuliana ha detto:

    Bravissimo, Marco! Tu pensa che ho appena tenuto un corso di ‘scrittura pulita’, dall’ortografia alla… comunicazione non verbale. Tieni conto anche di altri errori ricorrenti: “da” al posto di “dà” come terza persona singolare, modo presente, del verbo “dare”; “un’amico” e “un amica” al posto di “un amico” e “un’amica”; “lo visto” al posto di “l’ho visto”; ecc.. Sembra che tanta gente abbia saltato la seconda elementare! Ora ti spedisco l’ultimo “Marca Gioiosa” :-)

  3. Giuliana ha detto:

    http://www.treccani.it/enciclopedia/forme-di-prontuario-imperativo_(Enciclopedia_dell'Italiano)/ Vi si trova che la seconda persona dell’imperativo del verbo “dare” (e altri: fare ecc.) si scrive: “da’” con l’apostrofo, e non con l’accento. Oppure si scrive semplicemente “dai”. (Sul tema, confronta la tua risposta a un commento). Ciao.

  4. Emma ha detto:

    Leggere questa pagina fa più ridere di leggere un libro di barzellette!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
:testone: 
:sborone: 
:linguaccia: 
:censored: 
:winner: 
:sarcasmo: 
:amici: 
:bevuto: 
:brindisi: 
:bravo: 
:dance: 
:dentistretti: 
:diavoletto: 
:festa: 
:fiori: 
:imbarazzo: 
:impaurito: 
:paura: 
:in_bici: 
:pugno: 
:rabbia: