La caccia uccide!

Dimostrare che la caccia, oltre ad arrecare grave disturbo all’ambiente naturale e atroci sofferenze agli animali, è fonte anche di incidenti, non di rado mortali, è cosa fin troppo semplice. Gli incidenti derivano da inesperienza, prepotenza, disattenzione.
C’è da rimanere allibiti: curiosando in internet si scopre che non si può stare tranquilli né passeggiando, né pedalando, ma nemmeno in casa propria, perché l’impunità garantita dalla legge ai cacciatori permette loro di penetrare nelle proprietà private e sparare anche a poca distanza dalle case!

A questo link si legge che nel 2018 ci sono stati 84 feriti e 30 morti, alcuni dei quali non avevano nulla a che fare con l’attività venatoria e si sono semplicemente trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato. Tre i minori rimasti vittime, di cui due feriti e un morto.

AGGIORNAMENTO 2018 (da https://st.ilfattoquotidiano.it/wp-content/uploads/2018/02/01/DOSSIER-VITTIME-2017-2018-AVC.pdf)
Stagione venatoria 2017-2018 – Vittime per armi da caccia/cacciatori
Civili non cacciatori: 34 = 24 feriti e 10 morti
Cacciatori: 80 = 60 feriti e 20 morti
3 i MINORI VITTIME: 2 feriti e 1 morto
Totale: 114 vittime per armi da caccia/cacciatori
Inoltre il Report WWF 2018

Che vergogna!

Alcuni siti anticaccia:

Lega per l’abolizione della caccia
Caccia il cacciatore!
Associazione Vittime della Caccia

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *